CGIL Salerno

Nell’Aula Magna dell’Istituto Professionale Alberghiero “ R.Virtuoso” si è riunito tutto il gruppo dirigente
salernitano, per discutere del proprio futuro politico-sindacale, dei propri assetti territoriali, degli scenari
futuri, dei nuovi compiti che lo attendono.
La relazione introduttiva di Arturo Sessa, Segretario Generale della CGIL di Salerno, ha innanzitutto
affrontato i temi generali, soffermandosi dapprima sulla crisi ambientale e l’innovazione tecnologica. Ha
proseguito con una disamina puntigliosa del capitolo legato al tesseramento, tema centrale in questa
conferenza di organizzazione, evidenziando alcune lacune di sistema, le conseguenti azioni da mettere in
campo,sul piano economico, pensando anche ad una diversa canalizzazione delle risorse.
Particolare attenzione è stata posta da Sessa sui servizi di assistenza offerti dalla CGIL (CAAF, INCA, ecc.)
che, a suo dire, diventano sempre più strategici per la CGIL, poiché avvicinano i cittadini e i lavoratori al
Sindacato.
Il dibattito è stato veramente interessante, e ricco di contenuti. Molti gli iscritti a parlare, la stragrande
maggioranza donne e giovani, ed è questo il dato politico più interessante che ha marcato, il segno di un
rinnovamento generazionale, da più parti auspicato e che la Cdlt ha già attuato! Una giornata che ha
parlato al femminile (preponderante il numero d’interventi) e con il linguaggio dei giovani.
Le conclusioni del dibattito, alla fine della giornata, sono state del Segretario Generale della CGIL Campania
Nicola Ricci. Le undici schede tematiche proposte al dibattito dalla Confederazione sono sta approvate, con
alcuni emendamenti utili a rimarcare le posizioni della CGIL di Salerno.