Vertenza forestali

domiciliare Assemblea in Cgil

Si è svolta questa mattina, presso la sede della Cgil di Salerno, l’assemblea dei delegati dei lavoratori forestali della provincia di Salerno. Durante l’incontro, cui hanno preso parte, tra gli altri, Giuseppe Brancaccio e Giuseppe Carotenuto, rispettivamente segretario regionale e provinciale Flai Cgil, sono stati ascoltati i lavoratori e stabilite le linee di azione per far rimanere alto il livello di guardia sulla vertenza. Infatti, in seguito alle pressioni dei sindacati, la Regione Campania ha promosso la “cabina di regia”. E’ importante, ora, che quest’ultima consenta, innanzitutto, la stabilizzazione dell’intero sistema “forestazione”, l’attuazione del protocollo firmato lo scorso 21 febbraio e l’attività di prevenzione incendi, indispensabile in vista della stagione estiva. L’assemblea ha deciso che solo in questo caso la Flai adotterà tutti gli strumenti di concertazione con le istituzioni regionali ed aprirà un tavolo cosicché i fondi strutturali siano disponibili anche per l’anno prossimo e non solamente collegati ai fondi europei PSR.
“In caso contrario – sottolinea Giuseppe Carotenuto – e cioè se la cabina di regia non tutelerà efficacemente il territorio ed il destino di oltre 5000 persone, il 60% delle quali della provincia di Salerno, la Flai proporrà alle altre OO.SS. le opportune ed adeguate iniziative e mobilitazioni. Il nostro obiettivo è quello di tutelare i lavoratori dipendenti e precari, ma anche le risorse delle nostre zone. Proprio per questo invitiamo le istituzioni locali alla massima attenzione verso i tagli che i governi regionale e nazionale stanno indirizzando sulle zone interne. La Flai chiede, inoltre, all’UNCEM di tenere ferme e decise le proprie posizioni per contribuire alla soluzione del problema ed invita gli enti delegati, che ancora non l’abbiano fatto, a presentare i progetti delle misure 226/227 del P.S.R. (Piano Sviluppo Rurale)” .


Salerno 01/04/11 Ufficio stampa Cgil Salerno