Nidil Salerno

domiciliareDecreto attuativo sulla maternità a rischio

Con l’uscita sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23/10/07 finalmente è stato pubblicato, seppure dopo dieci mesi dall’entrata in vigore della Finanziaria 2007, il decreto attuativo sulla maternità a rischio per le lavoratrici a progetto e categorie assimilate, per le libere professioniste (partita iva individuale) e per le associate in partecipazione.

Il decreto va positivamente oltre l’intervento sulla maternità a rischio intervenendo sulla tutela complessiva della maternità, in particolare con la estensione dell’astensione obbligatoria con indennità e con il riconoscimento del diritto alla contribuzione figurativa di copertura.

Lascia nel contempo problematicamente irrisolti problemi di adeguamento della normativa, in particolare rispetto alla sospensione e relativa proroga del rapporto di lavoro per le lavoratrici a progetto, che deve intervenire per l’intero periodo tutelato,attualmente limitato dal d.lgs. 276/03 a 180 gg.

Va al contrario sottolineata criticamente l’introduzione dell’aliquota aggiuntiva dello 0,22% che, oltre a non essere prevista in Finanziaria, risulta incomprensibile visto l’attuale accumulo di risorse non spese del Fondo specifico (circa 443 mln di euro) ed il perenne saldo attivo fra entrate e spese per prestazioni.

Nella soddisfazione di un importante risultato ottenuto per la tutela delle lavoratrici, occorre ora andare avanti perché intervengano i necessari chiarimenti da parte del legislatore al fine di evitare contenziosi interpretativi e per ulteriori miglioramenti rispetto ai requisiti di accesso alla prestazione, oggi troppo restrittivi.


Salerno, 12 Novembre 2007. La segreteria provinciale NIdiL CGIL