Incidente sul lavoro

domiciliareMUORE OPERAIA DELL’AGRO NOCERINO

Il macchinario per l'etichettatura di prodotti conservieri su cui stava lavorando l'ha schiacciata, uccidendola sul colpo. La tragedia è avvenuta all'interno di un capannone della ditta conserviera Feger, ad Angri, in provincia di Salerno. La vittima è Immacolata Orlando, un'operaia di 46 anni di Angri. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Nocera Inferiore e i tecnici dell'Asl Salerno 1, per i rilievi del caso. La Procura della Repubblica presso il tribunale di Nocera Inferiore ha aperto un'inchiesta e il pm Giuseppe Cacciapuoti ha già disposto il sequestro del capannone in cui avvenuta la tragedia. “Continuano, dunque, anche in provincia di Salerno e con una frequenza sempre più sconcertante e preoccupante, gli incidenti mortali sul lavoro”, ha dichiarato Franco Tavella, segretario della cgil di Salerno. “Sono momenti questi che - prosegue il sindacalista - oltre a far emergere l’immenso dolore del mondo del lavoro per l’ennesima vittima , costringono il sindacato a ribadire i forti ritardi che vengono registrati nel campo della sicurezza e la scarsa attenzione che in molte realtà lavorative viene rivolta al drammatico problema”.


Salerno, 05/11/2007