“Memoria della shoah dopo i testimoni”

UN LIBRO CHE ALL’UNIVERSITA’ HA RACCOLTO CONSENSI UNANIMI

È stato presentato questa mattina presso l’Università di Salerno il libro “Memoria della shoah dopo i testimoni” curato da Saul Meghnagi.
La CGIL di Salerno, quella di Avellino e quella regionale hanno così aperto una due giorni dedicata al ricordo delle vittime dell’olocausto.
Presso la Facoltà di Ingegneria si sono ritrovati, per riflettere su una tragedia che riguarda il mondo intero, Michele Gravano, Segretario Generale CGIL Campania, Franco Tavella, Segretario Generale della CGIL Salerno, Ruggero Cutillo Segretario Generale della CGIL di Avellino, Ottavio Di Grazia, Docente Universitario di Storia delle Religioni, Raimondo Pasquino, Rettore dell’Università di Salerno, Sandro Levi Temin, Consigliere della Comunità Ebraica di Napoli, Monsignor Francesco Marino, Vescovo di Avellino e Saul Meghnagi, Presidente dell’Istituto Superiore Formazione e coautore del libro.
“Il testo raccoglie studi compiuti intorno all’argomento – ha detto Saul Meghnagi – La prima parte analizza come la shoah è stata studiata in ambito cattolico, fino ad affermare non la unicità, ma la specificità di una tragedia che è europea e non solo ebraica. L’olocausto è nato in Germania, la culla della democrazia, e questo è un paradosso. La seconda parte del libro analizza questa particolarità aprendo un interessante dibattito”.
“E’ il secondo anno che la CGIL si impegna con iniziative di grande spessore nel giorno della memoria – ha affermato Michele Gravano -. È compito di una comunità democratica ricordare ed organizzare la memoria. Ecco perché intendo lanciare un appello alle istituzioni affinché ci appoggino nella creazione di un Centro di documentazione e memoria a Campagna, che fu sede di uno dei campi di sterminio più grandi del Sud Italia e nella istituzione di un laboratorio come luogo di incontro interculturale e interreligioso ad Avellino”.
La CGIL continuerà anche domani a ricordare e a sensibilizzare tutti a non dimenticare quanto subito da milioni di ebrei .
Alle ore 10.00 l’appuntamento è nell’Aula Consiliare del Comune di Campagna dove verranno premiati i lavori migliori sul tema realizzati dagli studenti delle scuole superiori.

In palio 3 borse di studio del valore complessivo di 1.000 euro.
“Plaudo l’iniziativa della CGIL – ha commentato Biagio Luongo, sindaco di Campagna -. Nel comune che amministro ha trovato spazio il campo di internamento di San Bartolomeo, ma sono nati anche i germi della solidarietà e del rispetto alimentati da tutti i concittadini che, dal giugno 1940 all’8 settembre 1943, hanno aiutato e solidarizzato con gli ebrei”.

Salerno, 26.01.2007 Ufficio stampa CGIL