Sono le di
Cgil Salerno Via F. Manzo, 64 -84100 Salerno
089-2586711 089-2586710 Sito@cgilsalerno.it

Situazione TPL Città di Salerno

Le Segreterie Cgil, Cisl e Uil sono particolarmente preoccupate in merito alla grave situazione in cui versa il Trasporto Pubblico nel salernitano, infatti, da quanto si apprende dagli organi di stampa e da documentazione pervenuta alle segreterie territoriali che, dopo opportune verifiche, ci riserviamo di diffondere.
La società Busitalia Campania, da quanto apprendiamo da dichiarazioni a mezzo stampa di esponenti politici e dallo stesso Amministratore Delegato, non riesce a garantire il diritto alla mobilità dell’utenza territoriale per gravi e acclarate problematiche che da anni non vengono affrontate e risolte con gli strumenti appropriati.
Le soppressioni a detta dell’AD Antonio Barbarino, sulla testata online Salerno Notizie il 18/07/2019, ”sono normali in questo periodo dell’anno e sarebbero dovute a malattie, ferie, infortuni e corsi di formazione”.
Le affermazioni del dirigente aziendali, se vere, sono decisamente paradossali in quanto le malattie e gli infortuni sono ai minimi storici, le ferie vengono pianificate dalla società annualmente ed è la stessa società ad organizzare i corsi di formazione, quindi di fatto ha affermato che le soppressioni sono dovute ad incapacità gestionali aziendali. 
Il contenuto dell’articolo è altrettanto grave considerando la disinvoltura con cui si afferma che, il diritto alla mobilità dei cittadini, per manifesta incapacità aziendale, può essere messo in discussione e la soppressione del pubblico servizio non è un reato penale, ma una opportunità per risolvere problemi aziendali.
In queste giornate la società Busitalia Campania ha pagato, così come doveva essere, le giornate di lavoro ai conducenti che, nelle giornate del 3 e 4 giugno, avevano segnalato le anomalie dei mezzi a loro assegnati per lo svolgimento dei servizi.
L’azienda si smentisce e sbugiarda con i fatti l’Amministratore Delegato che aveva tentato di addossare le responsabilità del disservizio ad uno sciopero dei lavoratori e aveva annunciato che, per i due giorni di fermi del mese di giugno, i dipendenti non avrebbero percepito la somma relativa alla retribuzione giornaliera.
Tutto ciò evidenzia l’imbarazzante situazione aziendale in merito alla capacità di garantire veicoli efficienti per lo svolgimento dei servizi contrattualizzati.
In uno scenario catastrofico, in cui l’azienda Busitalia Campania non riesce a garantire un parco macchine adeguato e non garantisce il personale adeguato per coprire i turni contrattualizzati, l’AD aziendale profumatamente pagato, si adopera a risolvere le sopra esposte problematiche valutando e autorizzando cambi turno ai lavoratori, con modalità che, tra l’altro, a nostro avviso violano la privacy dei lavoratori.
Chiediamo alla società Capofila del Gruppo Busitalia di intervenire e mettere in atto azioni risolutive e rispondere delle gravi mancanze che hanno determinato e determinano disservizi all’utenza e forte disagi tra i lavoratori aziendali.

I Segretari Generali Cgil, Cisl e Uil Salerno
(A.Sessa, G. Ceres. G. Pirone)

Salerno 2 agosto 2019

Condividi su : Condividi

Condividi su:

(Stampa questa pagina)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie

Copyright © 2005 CGIL SALERNO Via F. Manzo, 64,- 84100 SALERNO Sito Realizzato da Centro Sviluppo Web -CGIL Bellizzi (SA) Tel. 0828.303181

Statistiche